Lo conoscevate?


#1

grails.org, si parla di concetti quali scaffonding, DRY, ecc.
Ma hanno copiato?


#2

2009/2/10 Mauro removed_email_address@domain.invalid

grails.org, si parla di concetti quali scaffonding, DRY, ecc.
Ma hanno copiato?

Si tratta di un clone di Rails per il mondo Groovy/Java. Sono entrambi
open
source, per cui “copiare” non ha la stessa connotazione negativa che
puoi
trovare in ambiti commerciali.

Ciao,
Antonio

http://antoniocangiano.com - Zen and the Art of Programming
http://math-blog.com - Mathematics is wonderful!
http://stacktrace.it - Aperiodico di resistenza informatica
Follow me on Twitter: http://twitter.com/acangiano
Currently writing “Ruby on Rails for Microsoft Developers” for Wrox.


#3

2009/2/10 Antonio C. removed_email_address@domain.invalid:

2009/2/10 Mauro removed_email_address@domain.invalid

grails.org, si parla di concetti quali scaffonding, DRY, ecc.
Ma hanno copiato?

Si tratta di un clone di Rails per il mondo Groovy/Java. Sono entrambi open
source, per cui “copiare” non ha la stessa connotazione negativa che puoi
trovare in ambiti commerciali.

Groovy non e’ java mi pare di capire giusto?
Qualcuno ha avuto la possibilita’ di usarlo?


#4

2009/2/10 Mauro removed_email_address@domain.invalid

Groovy non e’ java mi pare di capire giusto?

Groovy è un linguaggio dinamico per la piattaforma Java:
http://it.wikipedia.org/wiki/Groovy

http://antoniocangiano.com - Zen and the Art of Programming
http://math-blog.com - Mathematics is wonderful!
http://stacktrace.it - Aperiodico di resistenza informatica
Follow me on Twitter: http://twitter.com/acangiano
Currently writing “Ruby on Rails for Microsoft Developers” for Wrox.


#5

Mauro wrote:

Groovy non e’ java mi pare di capire giusto?
Qualcuno ha avuto la possibilita’ di usarlo?

Groovy è basato su Java. Il codice Java è “by-definition” anche codice
Groovy.
Il codice Groovy una volta compilato diventa 100% bytecode Java.
Questo permette di mixare il codice, ma soprattutto di integrare codice
Groovy nel codice Java esistente (dalla versione 5 in poi) senza
spaccare l’universo mondo.

L’altro punto a favore secondo me è che Groovy permette (finalmente) di
fare scripting in Java: con Groovy non è necessario definire una classe
se non vi è un reale bisogno, ad esempio.

Lo sto provando da un paio di settimane (dopo aver ascoltato un talk al
Javaday) e devo dire che mi trovo bene, soprattutto perché mi permette
di riscrivere intere parti di codice senza modificare nulla di quello
che c’è intorno.
Per i programmatori Ruby comunque non ci sono particolari novità , le
funzionalità della GString sono più o meno analoghe a quelle delle
stringhe in Ruby, le Closures funzionano più o meno come i Blocks ecc.

Maurizio


http://maurizio.pedriale.it
http://blog.mamoo.it