Gemme per monitoraggio e avvio applicazioni

Ciao,
sto studiando in questo periodo un pò di sistemi per il monitoraggio di
applicazioni, e ho trovato queste 2 gemme molto interessanti:

ringleader (https://github.com/aniero/ringleader):

E’ un’applicazione che permette di far partire on demand qualsiasi
applicazione web, e di creare un proxy che serve l’applicazione web.
Un’interfaccia permette l’avvio/stop delle applicazioni.
E’ molto interessante perchè usa celluloid::io percreare il proxy
server.

listerine (https://github.com/Appboy/listerine):
E’ un sistema di monitoring di qualsiasi aspetto funzionale di
un’applicazione.
Utilizza un sistema di asserzioni (come gli unit test), e se
l’asserzione fallisce, può essere inviata un avviso di notifica o fare
qualsiasi altra cosa che ruby ci permette

Personalmente trovo più interessante bluepill
https://github.com/arya/bluepill per monitorare e lanciare i vari
componenti di una applicazione.

Nel caso di ringleader è carina l’interfaccia web, però mi sfugge il
senso. Sembra un po’ la “maintainance mode” di capistrano, ma via web.
Poi vedo che utilizza foreman, che è sicuramente comodo in fase di
sviluppo, per lanciare db, redis, test monitor,… ma in produzione
magari app completamente diverse condividono postgres, redis o altri
servizi e non è che stoppando app1 realmente puoi stoppare tutti i
servizi alla quale dipende.

Non so, non vedo grandi esigenze di stoppare app via web, dopotutto
esistono già strumenti noti che le stoppano quando serve, o forse mi
sfugge il caso d’uso :stuck_out_tongue:

Luigi

Luigi M. - grigio.org wrote in post #1073025:

Personalmente trovo più interessante bluepill
https://github.com/arya/bluepill per monitorare e lanciare i vari
componenti di una applicazione.

Non monitora i processi. E’ un sistema di allarme e notifica su parti
funzionali dell’applicazioni e sistemi. Si può fare una asserzione su
qualsiasi cosa (fare una chiamata rest e controllare che ritorni un
particolare valore).

Nel caso di ringleader è carina l’interfaccia web, però mi sfugge il
senso. Sembra un po’ la “maintainance mode” di capistrano, ma via web.
Poi vedo che utilizza foreman, che è sicuramente comodo in fase di
sviluppo, per lanciare db, redis, test monitor,… ma in produzione
magari app completamente diverse condividono postgres, redis o altri
servizi e non è che stoppando app1 realmente puoi stoppare tutti i
servizi alla quale dipende.

Non so, non vedo grandi esigenze di stoppare app via web, dopotutto
esistono già strumenti noti che le stoppano quando serve, o forse mi
sfugge il caso d’uso :stuck_out_tongue:

E’ comodo in fase di sviluppo se devi tirare su sistemi molto complessi,
o se devi fare un sistema per bloccare e riavviare processi a persone
che non hanno accesso alla shell o non la sanno usare

Luigi

hmm … mi sa che sono l’unico che ancora usa monit http://mmonit.com/
(lo
trovo solido, flessibile e abbastanza semplice da configurare :slight_smile:

Luca

2012/8/24 Luca P. [email protected]

Il 24 agosto 2012 08:15, Luca M. [email protected]
ha scritto:

hmm … mi sa che sono l’unico che ancora usa monit http://mmonit.com/ (lo
trovo solido, flessibile e abbastanza semplice da configurare :slight_smile:

Luca

tranquillo siamo in due :slight_smile:

michele

+1 Bluepill.
Ho smesso di usare God perch troppo difficile da integrare e debuggare.

Inviato da iPhone

Il giorno 24/ago/2012, alle ore 00:26, “Luigi M. - grigio.org
[email protected] ha scritto:

Il pregio di Monit, per sentito dire, anche che leggero e si adatta a
piccole VM dove hai poca memoria. C’ un Railscast recente. Lo vorrei
provare a breve.

-f

This forum is not affiliated to the Ruby language, Ruby on Rails framework, nor any Ruby applications discussed here.

| Privacy Policy | Terms of Service | Remote Ruby Jobs