Dove sono finiti i creativi?]

-------------------------- Messaggio originale

Oggetto: Re: R: [ruby-it] dove sono finiti i creativi?
Da: “Roberto De ioris” [email protected]
Data: Gio, Luglio 13, 2006 09:59
A: “chiaro scuro” [email protected]

no no, non parlo di personale dipendente. ma se io lavoro su una strtup
non
guadagnando X, di fatto sto spendendo X. E per assurdo più siamo più
spendiamo. Un guadagno senza rischio non realizzato è identico ad una
perdita. anche se forse psicologicamente risulta più facilmente
sooportabile.

Hmm, credo stiamo parlando di due cose diverse :slight_smile:
Aprire una societa’ per fare soldi, e aprire una societa’ per essere
indipenendenti e costruire qualcosa.

Nel primo caso il tuo ragionamento non fa una piega, nel secondo
l’obiettivo e’ ottenere l’indipendenza (e diciamocelo nel penultimo
incontro a Roma, il malcontento era principalmente che non si fosse
liberi
di usare lo strumento o intraprendere il percorso che si riteneva
migliore).
L’indipendenza per molti (me compreso) e’ una cosa che va oltre e ha un
prezzo altissimo. Tale prezzo puo’ essere quello di non vedere un soldo
per un anno e fare debiti fino a scoppiare.
Questa e’ la lunghezza d’onda ‘imprenditoriale’, se abbiamo 3
chiaroscuro
(parto dal presupposto che sei l’imprenditore malvagio che vuole fare
soldi :))) ) e due roberto, tutti e 5 soci, nel giro di poco si
uccideranno (in senso figurato)

E’ una finta economia pensare che il tempo delle persone non sia un costo.
Generalmente nel nostro campo è uno dei costi più alti. e poi, ancora,
uno
deve pagarsi delle spese base per vivere, o con i soldi della startup o
con
soldi suoi (quindi da considerare un investimento).

Investire il proprio tempo, le proprie conoscenze a la propria salute.
Lo so che sembro un sognatore ma a volte penso (con presunzione, non lo
nego) che se la classe imprenditoriale media smettesse di mettere il
guadagno davanti, forse adesso sarammo avanti di qualche lustro
tecnologicamente.

Se guadagni benino e non hai nessuno che ti mantenga, ogni mese di startup
è
una perdita netta e crescente sul tuo bilancino personale.

si, si, però l’affitto, il mangiare, il mutuo … :slight_smile:

Ecco, ora diro’ una frase che potrebbe sembrare pesante: con questi
presupposti l’imprenditore non lo farai :slight_smile:
Secondo me ci vuole una buona dose di incoscienza per partire e se ti
fai
troppi problemi non parti mai.
E’ come buttarsi con l’elasticone se cominci a pensarci in bilico sul
ponte non ti butti piu’…Quando poi sei arrivato giu’ non vedi l’ora di
rifarlo :slight_smile:

Si, poi oggi sto giocando a fare l’avvocato del diavolo, in quanto sai che
in genere sono su posizioni diverse. però la cosa della partenza a costo
zero secondo me è un mito. costo basso si, ma solo costi di hardware o
poco
più? nope.

Beh matematicamente ti do ragione, anche perche’ anche aprire una ditta
individuale ha un costo, senza contare il commercialista ecc. ecc.
Diciamo che costo zero e’ un eufemismo :slight_smile:

Roberto

This forum is not affiliated to the Ruby language, Ruby on Rails framework, nor any Ruby applications discussed here.

| Privacy Policy | Terms of Service | Remote Ruby Jobs