Forum: Italian Ruby user group Re: [jobs] Ricerca sviluppatore Ruby On Rails - Related

Dde61819bc154a68a11a41b605ff6b24?d=identicon&s=25 Giovanni Intini (Guest)
on 2013-10-01 19:04
(Received via mailing list)
Anche io il primo lavoro Ruby l'ho trovato qui, ma era tanto tanto tanto
tempo fa :)

In Italia viviamo una situazione complessa, i fattori sono i seguenti:

1. C' carenza di programmatori anche all'estero. Ed ovviamente l'Italia
un bel mercato da cui pescare. Gli stipendi all'estero sono cos alti che
per rimanere qui una persona deve avere proprio dei legami forti. O
amare
il Bel Paese pi della sua vita.

2. Le aziende Ruby in Italia non guadagnano abbastanza da poter
risolvere
da sole il problema del guadagno degli sviluppatori, e lo dico con
cognizione di causa :) -- Per me la retribuzione minima di uno
sviluppatore
dovrebbe essere 60k euro, ma se tutti gli sviluppatori di Mikamai
prendessero 60k euro l'azienda chiuderebbe prima della fine dell'anno
fiscale (hint: non ce ne sono da noi sviluppatori che prendono 60k
euro).

3. La maggior parte degli annunci (con le dovute eccezioni) che arrivano
in
lista provengono da due tipi di realt: startup (quindi senza soldi per
definizione) o micro aziende che hanno un immediato bisogno di risorse
(quindi tendenzialmente   senza soldi anche loro).

Dati questi tre punti per me  si spiega facilmente come il matching di
domande e offerta sul territorio italiano diventi difficile. Tanti se ne
vanno, tanti preferiscono continuare a lavorare con linguaggi che pagano
meglio, tanti migrano ad altri linguaggi, le aziende cambiano
tecnologia.

Come si pu cambiare lo status quo? Questa  una bella domanda :)
054fb3d4fc53f1a1f99b751fc9c627f8?d=identicon&s=25 Sergio Berisso (Guest)
on 2013-10-01 19:32
(Received via mailing list)
Il giorno 01 ottobre 2013 19:03, Giovanni Intini <intinig@pme.it> ha
scritto:

> Dati questi tre punti per me  si spiega facilmente come il matching di
> domande e offerta sul territorio italiano diventi difficile. Tanti se ne
> vanno, tanti preferiscono continuare a lavorare con linguaggi che pagano
> meglio, tanti migrano ad altri linguaggi, le aziende cambiano tecnologia.
>

Direi di si ... se poi aggiungiamo che spesso il rubyista  un polyglot
programmer, quindi persona con (tanti) anni di esperienza che
giustamente
si aspetta un compenso alto (verso i citati 60k euro/anno ... che se non
sbaglio capitano di frequente a Londra)


> Come si pu cambiare lo status quo? Questa  una bella domanda :)


Si, bella domanda :)

Serve forse una sorta di alleanza, network, terreno fertile (stile
Silicon
Valley ?) che possa permettere alle aziende che cercano ruby & rails dev
di
crescere, migliorare, prosperare ?
Sperando che possano quanto prima offrire compensi migliori, pi vicini
alle aspettative.

S.
0a226d8c20c793c3e8fd2eb2fe89ded4?d=identicon&s=25 Enrico Rubboli (Guest)
on 2013-10-01 19:38
(Received via mailing list)
2013/10/1 Sergio Berisso <sergio.berisso@gmail.com>:

> Serve forse una sorta di alleanza, network, terreno fertile (stile Silicon
> Valley ?) che possa permettere alle aziende che cercano ruby & rails dev di
> crescere, migliorare, prosperare ?

Mi domando se sia compatibile con la burocrazia ed il livello di
tassazione che abbiamo in Italia..
io personalmente ho preferito la via dell'estero come dipendente
piuttosto che la vita del libero professionista in italia, ed al
momento non me ne pento.


ER
054fb3d4fc53f1a1f99b751fc9c627f8?d=identicon&s=25 Sergio Berisso (Guest)
on 2013-10-01 19:47
(Received via mailing list)
Il giorno 01 ottobre 2013 19:37, Enrico Rubboli <rubboli@gmail.com> ha
scritto:

> Mi domando se sia compatibile con la burocrazia ed il livello di
> tassazione che abbiamo in Italia..
> io personalmente ho preferito la via dell'estero come dipendente
> piuttosto che la vita del libero professionista in italia, ed al
> momento non me ne pento.


Probabilmente con il http://it.wikipedia.org/wiki/Pensiero_laterale
Per le aziende (ma forse anche per i lavoratori)
Trovando soluzioni "intelligenti" al problema attuale (burocrazia e
fisco
"pesanti" in Italia)
In attesa che qualcosa cambi, migliori (da quel lato)
O sperando che qualcosa cambi (nel frattempo)

S.
5ce16d85034e08079db3cafeb5b8ff09?d=identicon&s=25 Davide Rambaldi (Guest)
on 2013-10-01 19:47
(Received via mailing list)
Mi permetto di dire che non trovo negativi gli annunci di lavoro in
questa
lista.

Certo, e' triste leggere "La risorsa" oppure "Richiesta conoscenza di
tutti
i linguaggi possibili ma paghiamo 500 euri al mese".

Tuttavia vorrei ricordare il mitico annuncio per fare lo sviluppatore a
fetlife.com (un sito social SADOMASO!!!!!)

Ecco vorrei sapere se qualcuno a risposto a quell'annuncio!




Il giorno 01 ottobre 2013 19:37, Enrico Rubboli <rubboli@gmail.com> ha
scritto:
Please log in before posting. Registration is free and takes only a minute.
Existing account

NEW: Do you have a Google/GoogleMail, Yahoo or Facebook account? No registration required!
Log in with Google account | Log in with Yahoo account | Log in with Facebook account
No account? Register here.